Analisi di un packaging

08/19/2009

Fa caldo.

Non ho voglia di cucinare. Vediamo cos’ho di fresco…

Bene. Sebbene io non abbia una televisione, sono spesso a casa di gente che ce l’ha.Cosi’, com’è come non è, ho in testa il jingle di questo prodotto. O almeno CREDO DI AVERLO.

“Insalatissime Rio Mare, con vaschetta ed Easy Peel”…

Easy peel, right? Perche’ vogliono fare gli splendidi e descrivere la linguetta in Inglese. Facile da staccare. Easy to peel.

Sbagliato!ISY PIL!

Mi spiegate che cosa cavolo vuol dire ISY PIL? Mi viene solo in mente il prodotto interno lordo…

Mi immagino il ciclo di design di questo packaging. Qualcuno è saltato su con il nome Easy Peel, la cosa è andata ai pubblicitari, hanno fatto il jingle…e poi qualcuno ha deciso che “il popolo Italiano non sa l’inglese, non saprebbe leggere “Easy Peel”. Cambiamogli nome. Ma la pubblicità è già fatta. Eppure la linguetta è l’innovazione di prodotto di questo rinnovo d’immagine…

Eh. Son problemi.

Ma se il problema è l’Inglese, mi spiegate perchè sotto “Pronte da gustare” c’è scritto “Delicious Salads” ?

Fate sapere le vostre impressioni nei commenti (AHAH)

Questo era un inutile post agostano, da una torrida Milano, di un blogger annoiato che non è andato in ferie.

PS: perchè. si, sono annoiato, l’ho anche cercato su Google. La blogosfera ha già toccato altre volte questo argomento. Pare che anche in Francia si chiami cosi’. ISY PIL, c’est plus facile!

E qualcuno fa notare che gli assorbenti Carefree venivano chiamati in pubblicità “CARE FRE’ “.

E a me viene in mente il Colgate.

Stay tuned, more to come.

12 Comments