Sounds Good

09/12/2009

Vivo da giorni in un mondo ovattato, in cui le voci risuonano lontane, distanti, spesso incomprensibili. Mi chiamano e mi sembra di sentire “le voci” nella testa che potrei propormi come medium o spacciare numeri di cellulare come numeri del lotto. Vivo con una perenne eco che mi rimbomba dentro che alle Grotte di Frasassi non faccio un baffo, faccio  shampo, barba e capelli tutti in una volta sola. E poi mi impasticco ben benino che dopo un po’ questa sensazione comincia pure a darmi fastidio. Stupido raffreddore semiautunnale!

No Comments