Vecchie Abitudini

04/8/2010

Ricordo che parlavo spesso dei ritardi dei treni e di quanto mi stesse sui coglioni Trenitalia. Mi ricordo. Come se non scrivessi qua sopra da due anni. Però magari uno si aspetta che anche in due settimane le cose possano cambiare, dopotutto portare un treno da un punto A ad un punto B non deve essere troppo difficile, ma magari sbaglio.

Ciò che però non mi è mai stato molto chiaro è come un treno possa partire in ritardo dalla stazione da cui inizia il suo viaggio. Cioè, in ritardo ancora prima di partire, non riesco a spiegarmelo. Un po’ come rimanere incinti senza aver mai fatto sesso, a memoria d’uomo cosa successa una sola volta nella storia.

Per nono rischiare di cadere nel blasfemo, resta il fatto che oggi pomeriggio tra la metro e il treno ho accumulato tutti i ritardi che m’ero risparmiato in queste vacanze di pasqua, stupidi servizi parastatali.

4 Comments