Di centrali, allarmismi e di altre storie (Visetti incluso)

04/13/2011

Ciao, mi chiamo Zuc e mi piacerebbe molto sapere chi di voi ultimamente sia riuscito a leggere un qualsiasi quotidiano (sia esso web o paper-based) senza provare una fortissima irritazione alle facoltà intellettive. Nella giornata di ieri, infatti, ha fatto il giro del mondo la notizia che l’incidente di Fukushima ha subito un innalzamento del livello di allerta al grado 7 della scala INES, e voi credete che la stampa si sia limitata a raccontare le cose come stanno senza approfittarne? Macché, sarebbe più facile che mi succeda di trovare Megan Fox nuda sul tavolo della sala riunioni esattamente fra 3, 2, 1… adesso! Azz, non è comparsa.

Comunque, stavo dicendo: i nostri bravi giornalisti, ovviamente, si sono infilati il costume da bagno e ci hanno sguazzato per tutto il giorno in questa notizia, producendosi in certe acrobazie titolistiche da lasciare senza fiato:

 

 

Allora, vediamo di capirci un attimo. La scala INES, esattamente come la scala Richter per i terremoti, è un metro di riferimento per la valutazione dell’entità di un incidente nucleare. Dato che cifre e grafici risulterebbero di scarsa comprensibilità, quelli dell’AIEA si sono inventati questa cosa che permette a tutti di avere una percezione chiara e concreta di quanto accade. Bene, Fukushima è passata dal grado 5 al grado 7, vediamo di che si tratta: Read the rest of this post »

No Comments