Derby d’Italia

12/6/2009

Vincerlo così è fantastico, non ci sono storie. Non importa se poi perdiamo le prossime 147 partite, ma battere l’Inter ha sempre qualcosa di speciale, erano anni che non soffrivo così tanto i minuti finali di una partita.

Vincerlo con Mourinho allontanato dal campo perchè denigrava l’arbitro è ancora più bello. No, caro mio, non sei intoccabile e se applaudi ironicamente qualsiasi persona in campo vieni sbattuto fuori e poi è inutile che fai il piangina non presentandoti alle interviste con quell’aria da “tanto lo sapevo che sarebbe andata così, gli arbitri fanno schifo, sono tutti contro di noi, sero tituli e siete tutti delle mezze seghe”. Sei ridicolo. E peccato, perchè ultimamente rischiavi anche di starmi simpatico.

Vincerlo davanti a Balotelli che finge una gomitata al volto mai ricevuta scatenando una rissa che si poteva evitare e nell’azione dopo cerca di buttarsi in area rasenta l’apoteosi della goduria. Già, perchè smettiamola di dire che viene insultato perchè è nero. Viene insultato perchè è un’idiota (allora cosa doveva dire Lucarelli quando gli cantavano “Se saltelli muore Lucarelli”? Lui se non sbaglio è bianco. Però è comunista, forse è quello), perchè è un 18enne che in un anno guadagna tanto quanto lo stipendio di tutte le persone che ci sono in curva e fa l’arrogante. Dopo qualche minuto che è entrato in campo e aver pestato – involontariamente – il braccio di Caceres s’è girato e l’ha praticamente insultato dicendogli di alzarsi. Uno così per me si merita di essere insultato a vita. Mi permetto di far notare che è stato lui agli esordi con l’Inter a provocare i tifosi e non viceversa e ora ne paga le conseguenze. Basta dire “i soliti cori dei soliti quattro idioti”, perchè per una volta l’idiota è in campo e non sugli spalti.

Vincere con un gol di Marchisio di rara bellezza, beh, è semplicemente perfetto.

Un’ultima cosa. Godo!

4 Comments