Roberto Saviano Su Rai3

by deadmanwriting on 03/29/2009

Roberto Saviano, autore di Gomorra, ha partecipato l’altra sera ad uno speciale dedicato interamente a lui di “Che Tempo Che Fa”.  Sono state due ore parecchio intense, devo ammetterlo, incentrate sulle storie di Camorra, raccontate da lui quasi senza interruzioni. In studio non volava una mosca, tranne qualche sporadico applauso dal pubblico a sottolineare i passaggi più toccanti.  Non ho letto il libro (non ancora), ho visto di sfuggita il film, ma di questo fenomeno non si può non sentire parlare e quindi ho colto la palla al balzo e sono stato ad ascoltare. E’ stato toccante, agghiacciante, incredibile sentire tutto quello che succede e di cui non si sente mai parlare in televisione.  E’ stata una puntata, come ha detto Fazio, per non dimenticarsi di Saviano, perchè è quello che la Camorra sta aspettando. Che tutti si dimentichino di lui, che passi il fenomeno mediatico, per poi intervenire a modo loro. Beh quale modo migliore se non quello di diffondere ulteriormente le sue parole? Devo ringraziare Twitter per avermi fatto scoprire la trasmissione e la Rai per aver implementato un (quasi) ottimo sistema per la visione online dei suoi canali. E ringraziando la Rai vi lascio il link per potervi vedere, se ve la siete persa, la puntata intera: http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-1635495e-f94d-4d62-86c6-7725faff16c8.html?p=0

  • http://hellsnymph.ilcannocchiale.it/ laura

    anche io l’ho guardato e anche io, come te non ho (ancora) letto il libro: non mi piacciono i fenomeni di massa, aspettavo che il resto del mondo leggesse per poi farlo.

    come dici tu, ciò che lui ha raccontato è stato terribile, agghiacciante, difficile a credersi. più volte nel corso della trasmissione sono affiorate le lacrime agli occhi per via delle sue parole, e più volte mi sono domandata come diavolo faccia a (non) vivere in quelle condizioni.

    se davvero quei criminali aspettano che il caso mediatico si sgonfi, per eliminarlo, allora credo che tutti noi, in quanto italiani ed esseri umani, abbiamo il dovere morale di continuare a parlare di lui, di riempire le piazze in cui si presenta, di guardare i programmi cui partecipa, per far capire a quelli là che siamo con lui.

  • http://hellsnymph.ilcannocchiale.it laura

    anche io l’ho guardato e anche io, come te non ho (ancora) letto il libro: non mi piacciono i fenomeni di massa, aspettavo che il resto del mondo leggesse per poi farlo.

    come dici tu, ciò che lui ha raccontato è stato terribile, agghiacciante, difficile a credersi. più volte nel corso della trasmissione sono affiorate le lacrime agli occhi per via delle sue parole, e più volte mi sono domandata come diavolo faccia a (non) vivere in quelle condizioni.

    se davvero quei criminali aspettano che il caso mediatico si sgonfi, per eliminarlo, allora credo che tutti noi, in quanto italiani ed esseri umani, abbiamo il dovere morale di continuare a parlare di lui, di riempire le piazze in cui si presenta, di guardare i programmi cui partecipa, per far capire a quelli là che siamo con lui.