Class Wars Episode I: The Virtual Menace

by deadmanwriting on 05/19/2008

Stavamo giusto ricordando i vecchi tempi (vecchi, due anni fa…) quando ho deciso di riprendere dal marasma dei commenti riguardanti il post “Saluti Politecnici” quella storia malata che le nostri menti bacate di ingegneri avevano partorito e di metterla interamente sul blog, in modo che tutti possano leggerla senza troppi sbattimenti e capire come il Politecnico possa traviare delle menti giovani e inesperte. Pubblico anche il video che avevamo fatto ai tempi, così che chi non avesse voglia di leggere tutto possa almeno vagamente (molto vagamente) capire di cosa si tratta… Per leggere interamente la storia cliccare su “Leggi il resto dell’articolo”, è un po’ troppo lunga da pubblicare intera…

—————————————————————————————-

CLASS WARS Episode I:
THE VIRTUAL MENACE

Milano, anno 2006. Gravi tumulti stanno turbando la tranquillità della Repubblica del Poli. La casta dominante è ormai fossilizzata su vecchi Codici e ferree regole sintattiche. Nell’ateneo cominciano però a girare strane voci su un linguaggio di nuova concezione, progettato su principi totalmente contrari all’etica Ansi. Il Programmatore Supremo Saccorum e l’ordine dei J++ si sforzano di mettere a tacere queste voci; se la gente cominciasse a credere all’esistenza di un tale linguaggio i governanti rischierebbero l’aggiornamento o, peggio, la disinstallazione. Mentre il resto dell’Uni cede alla propaganda, due giovani apprendisti di Liuk Rocchines, Zazzus e Ripine, iniziano segretamente ad investigare. Indirizzati dal misterioso Conte Dok sul remoto e desolato pianeta Tatooine, i due scoprono una verità ben più grande di quanto potessero immaginare. Gli abitanti del pianeta, nanetti deformi meglio conosciuti come Javas, sono riusciti in un breve lasso di tempo a mettere a punto un linguaggio di programmazione tanto nuovo da rivoluzionare l’intero sistema di compilazione. Ritenuto pericoloso dai loro stessi creatori, il linguaggio “Java” è rimasto

celato per anni. Zazzus e Ripine si dedicano allo studio del Java con l’intento di padroneggiarlo completamente, lasciano i loro vecchi nomi e diventano Darth Subdolus e Darth Jackal. Nella fuga da Tatooine, assieme alla documentazione sul linguaggio (Javadoc files), i Darth riescono a trafugare i piani di un’arma spaventosa, la “Virtual Machine”. Chiunque controllasse la sua micidiale tecnologia sarebbe in grado di spazzare via l’Assembly. Ignari dell’accaduto, Rocchines e Saccorum sono certi di aver sventato la minaccia, ma devono ricredersi quando l’intero Poli assiste estasiato alla prima dimostrazione di potenza del Java. Al comando della Virtual Machine il Conte Dok manda in esecuzione il programma “Hello, Republic!” contemporaneamente su tre sistemi operativi differenti ed usando lo stesso identico codice. Subito dopo, Darth Subdolus e Darth Jackal pubblicano sulla Rete i sorgenti e chiedono a gran voce una riunione con i capi della Repubblica per discutere nuovi standard programmativi. Saccorum e Rocchines rispondono ordinando l’Allocazione Generale e la riapertura dei vecchi arsenali: Basic, Cobol, Fortran, Algol e perfino il mitico Logo vengono schierati a fianco del C per contrastare la crescente diffusione del Java. E’ guerra!!
Con i J++ di Rocchines combattono molti valenti programmatori, come Yan Saba ed il droide-calcolatore TI-89, ma è la fazione opposta ad avere il maggior numero di adepti: il C ha ormai fatto il suo tempo. In un tardivo moto di rinnovamento, Saccorum e Rocchines decidono di combattere il nemico con le sue stesse armi, gli oggetti, implementando il C++, un linguaggio molto più versatile e potente del suo predecessore. Nonostante la sua indubbia efficienza, la poca maneggevolezza del C++ spinge molti tra i programmatori meno esperti ad abbracciare la causa del Java. La guerra arriva ad una svolta quando i Darth Jackal e Subdolus portano a termine il Progetto Eclipse; un nuovo potente alleato è stato messo a punto: il Garbage Collector. Nulla possono i deboli disassemblatori Repubblicani contro le deallocazioni di massa che il GC è in grado di effettuare a ritmo continuo. Ovunque negli atenei i programmi C/C++ vengono sopraffatti e la memoria ad essi dedicata trasferita ad altri usi. Con una mossa disperata, Liuk tenta un ultimo “Malloccamento” che faccia guadagnare ai suoi J++ il tempo necessario ad organizzare un contrattacco, ma un banale errore di casting provoca l’arresto immediato del programma e la definitiva sconfitta del Vecchio Codice. (Ancora oggi gli storici si interrogano sul significato delle ultime parole pronunciate da Rocchines prima che il Kernel lo termini: “La memoria non poteva essere Read”). Saccorum è costretto a dimettersi da Programmatore Supremo e la Repubblica deve sottostare alle pesanti condizioni di tregua, tra cui la pubblicazione dei sorgenti di tutti i programmi di cui possiede il Copyright. Una volta occupati i posti chiave all’interno del Poli, i SunSite sono pronti a prendere il potere. Quando il Conte Dok dirama l’Ordine 69 il Garbage Collector viene sguinzagliato contro la vecchia classe dirigente della Repubblica, liberando ampie aree di memoria pressocchè inutilizzate. Seguentemente i capi SunSite si recano all’Aula Magna del Poli, dove è in corso una conferenza Nerd straordinaria: con un accorato discorso, Darth Subdolus dichiara fuori legge il C.

Estratto dal discorso di Darth Subdolus:

” nell’intento di garantire il polimorfismo e una durevole ereditarietà,
la Repubblica verrà riorganizzata, trasformandosi nel primo Impero ad Oggetti,
per una programmazione più stabile e più sicura!! ”

—————————————————————————————-

Storia di: Conte Dok (aka Kevin Lee Mornon, aka IO ME)
dalle idee di: Conte Dok, Darth Subdolus (Michele Sarzana), Darth Jackal (Lorenzo Ripani)

hanno prestato (più o meno consciamente) il proprio nome e ruolo a storpiature le seguenti persone:

Luca Rocchini ( Liuk Rocchines )
Michael Sacchi ( Saccorum )
Gianni Saba ( Yan Saba )
TI-89 ( TI-89 )

  • Pingback: Menti “bacate” (o buggate?!) crescono « Syymza’s Weblog

  • http://www.signal-eleven.com/ Michael

    Lacrimuccia….

  • http://www.signal-eleven.com Michael

    Lacrimuccia….

  • Doc

    solo tre completi idioti potrebbero concepire questa cosa!!! :D

  • Doc

    solo tre completi idioti potrebbero concepire questa cosa!!! :D

  • http://www.deadmanwriting.com deadmanwriting

    Qualcuno mi sa che lo conosco anche…

  • http://www.deadmanwriting.com dead.ZazzA

    Qualcuno mi sa che lo conosco anche…

  • Doc

    dammi i nomi che brucio le loro case…
    subito!

  • Doc

    dammi i nomi che brucio le loro case…
    subito!

  • http://www.deadmanwriting.com deadmanwriting

    mmm uno si chiamava Maurizio Senia credo…

  • http://www.deadmanwriting.com dead.ZazzA

    mmm uno si chiamava Maurizio Senia credo…

  • doc

    oddio l’uomo bistecca!!!
    AL ROGO!!!!!

  • doc

    oddio l’uomo bistecca!!!
    AL ROGO!!!!!